Twitter, una risorsa importante per promuovere la tua attività

di 

Emma

, 06-10-2015

Twitter per la tua promozione


Twitter è una piattaforma di social networking nata nel 2006 come servizio di messaggistica tra un gruppo ristretto di persone. Ma non siamo qui per raccontare la storia del fortunato uccellino Larry, bensì vorremmo sottolineare la sua crescente importanza nell'offrire visibilità alla tua azienda e nel creare connessioni importanti per il tuo business.


Ecco per iniziare cinque punti fondamentali per un buon utilizzo di Twitter:

1) corto è meglio: i tweet che contengono meno di 100 caratteri risultano più coinvolgenti e sono oggetto di un maggior numero di interazioni;

2) hashtag (#) è bene, ma con giudizio: i tweet con hashtag ottengono una maggiore condivisione e più retweet;

3) visual è sempre bene: i tweet corredati di immagini attirano maggiormente l'attenzione e stimolano condivisioni;

4) non parlare del tuo prodotto ma parla con i tuoi follower e coinvolgili, saranno più propensi a fidarsi di te;

5) scegli il miglior momento per pubblicare i tweet, come la pausa pranzo e il primo pomeriggio; questo però non è sempre vero. A seconda della tua attività, potrai sperimentare diversi momenti, così da trovare la fascia oraria più popolare per il tuo pubblico. Nel caso dell’account di una squadra sportiva, sarà il caso di twittare in occasione di un evento, a prescindere dall’ora. Se c’è una partita la domenica sera, sarà opportuno twittare durante tutta la partita. 


BUONE PRATICHE

Come per tutti i social media, e, se vogliamo, per la nostra vita in generale, è bene mettere sempre al primo posto la sincerità; la genuinità dei tuoi tweet sarà ripagata dalla fiducia dei follower. Sii utile e di aiuto: questa capacità aumenterà in maniera direttamente proporzionale all'ascolto che presterai ai bisogni della tua comunità, siano essi espressi in forma di richiesta, ma anche di lamentela o critica;


  • non cadere nell’errore di non rispondere, offrendo la sensazione di una spocchiosa superiorità, né tantomeno polemizzare con i follower; cerca invece di rispondere educatamente e, alla bisogna, anche in modo ironico, senza per questo diventare sarcastico o maleducato. Le critiche sono opportunità di miglioramento per la tua attività: fanne buon uso;


  • utilizza forme di pubblicità intelligenti, accattivanti e che si integrino nelle conversazioni, evitando di fare spam e di mandare messaggi privati ai tuoi potenziali clienti; fai uso dei link, ma non rimandare direttamente alla pagina prodotto: prediligi il canale indiretto e inserisci collegamenti al tuo blog e a sezioni informative generali;


  • cattura l’attenzione sfruttando al massimo i tuoi 140 caratteri: considerali come un’occasione per far emergere il concetto che vuoi mettere in luce e scegli accuratamente le parole e gli hashtag principali; ricordati di controllare sempre gli hashtag prima di farne uso, per evitare di inserirti in argomenti che esulano dal tuo o di essere inopportuno. Fai un uso sensato anche della chiocciola (@), che serve per citare un profilo e ricorri a programmi che riducano gli URL (140 caratteri sono preziosi), come bitly o goo.gl, per fare due esempi; 


  • sperimenta: non tutti stanno costantemente su Twitter e, quando visitano il loro profilo, la timeline offre loro solo i tweet più recenti. Prova a pubblicare i tweet che ritieni importanti più volte, in diversi giorni e momenti della giornata, magari corredandoli di introduzioni distinte. Confronta poi i risultati in termini di engagement;


  • approfitta delle liste per semplificare la raccolta di informazioni e la lettura, suddividendo i profili che segui secondo aree di interesse: risparmierai tempo e andrai dritto a quello che ti serve; potrai inoltre scegliere di rendere pubbliche le tue liste, o, al contrario, mantenerle private (ad esempio, nel caso tu ne abbia una dedicata ai competitor);


  • per aumentare il tuo impatto su Twitter senza dover essere sempre online, puoi farti aiutare da piattaforme come Tweetdeck o Hootsuite, per citarne due, che ti consentono di consultare facilmente le tue liste, vedere le notifiche e addirittura programmare i tuoi tweet; 


  • condividi contenuti e cita sempre le fonti menzionandole: ne avrai grande soddisfazione e avvierai la costruzione di relazioni e connessioni via via più vaste e interessanti. Questo è di sicuro il mio punto preferito, perché sintetizza -nello spirito dei 140 caratteri- l’autentica vocazione di Twitter e della rete in generale: la diffusione delle conoscenze tramite il dialogo e lo scambio, non solo di informazioni, ma soprattutto di punti di vista e idee.