Facebook aziendale: a cosa mi serve?

di 

Emma

, 22-09-2015

Facebook aziendale


Che la tua attività sia già conosciuta o sia ancora all’inizio, che tu abbia già un buon parco clienti o, al contrario, abbia bisogno di costruirne uno, in ogni caso, una buona strategia di marketing deve prevedere la creazione di una pagina Facebook.
Forse, hai già un profilo personale. Bene, non è di quello che andremo a parlare. 
Un’azienda non può aprire un profilo personale, perché va contro le norme che regolano l’utilizzo di Facebook, e perché un’azienda non è una persona, non si comporta come tale e necessita di un luogo dove poter veicolare efficacemente il proprio messaggio e coinvolgere un pubblico che sia interessato e attento: la pagina aziendale.


Il numero di utenti attivi su Facebook in Italia si attesta attorno ai 25 milioni, come ci dice l'osservatorio social media di Vincenzo Cosenza, vincos.it, che ha messo gentilemente a disposizione immagini a supporto di ciò che stiamo dicendo.


Facebook_Italia



Detto questo, l'influenza che possono esercitare i social network sull'andamento di un'azienda risulta un dato di fatto, sia in positivo che in negativo. Una cattiva gestione della strategia di contenuti può infatti creare problemi, con conseguenze imprevedibili sulla propria immagine e sul proprio seguito. Perciò, è di fondamentale importanza rivolgersi a professionisti ed esperti di settore, e costruire insieme unabuona strategia che integri tradizione e innovazione, campagne pubblicitarie classiche e una forte e solida presenza in rete. Ad un sito aggiornato e ottimizzato per i dispositivi mobili, occorre affiancare una presenza costante e attiva sui canali social


E qui entra in gioco il social più amato dagli italiani, e non solo: Facebook. Con la sua diffusione e grazie al complesso algoritmo per mezzo del quale riesce a profilare, in una sorta di identikit, tutti gli utenti sulla base delle loro attività in rete, Facebook si rivela uno strumento indispensabile nellapromozione e diffusione di un marchio; inoltre, ha la capacità, propria dei social network in generale, ma dirompente per quanto lo riguarda, di intessererelazioni fornendo all'azienda una sembianza umana, aspetto cruciale per la creazione e il mantenimento di una fanbase attiva e fedele.


A tutto questo, è bene aggiungere, con le parole di Mirko Saini, consulente Web Marketing e titolare di Webcentrica, che "una fan page lavora per voi sempre 24 ore su 24 dando informazioni per esempio sui vostri orari e i giorni di apertura,... sui sistemi di pagamento che adottate, informazioni di contatto come telefono, email o indirizzo web,... indicazioni stradali tramite le mappe o semplicemente... comunicare ai propri clienti se si dispone di un parcheggio". Inoltre, a differenza di un sito o di un blog, che attirano l'attenzione del pubblico grazie alla pubblicazione di nuovi contenuti, una pagina aziendale può contare su un coinvolgimento continuo.


In un mondo dove, citando Veronica Gentili, consulente e docente di web marketing e SMM, specializzata in Facebook marketing per aziende e professionisti, «la competizione per accaparrarsi uno spazio nel Newsfeed dei propri fan è sempre più alta, l’investimento in inserzioni sempre più indispensabile e l’importanza che rivestono i social network in una strategia di marketing multicanale è sempre più evidente», occorre avere ben chiaro dove si vuole andare, chi si vuole raggiungere e perché. 


Non è cosa facile, richiede un costante aggiornamento, attenzione certosina e dedizione, ma può davvero fare la differenza e permetterti di emergere e di creare una comunità attiva e pronta a promuovere la tua attività, condividendo i tuoi contenuti e parlando bene dei tuoi prodotti o dei servizi che offri. 

Perché le persone dovrebbero promuovere la tua attività? Perché hai permesso loro di fidarsi di te.