Digital PR: cos'è e come farla in maniera efficace

di 

Emma

, 31-03-2016

Image title


La rete permette a tutti di dire la loro a proposito di qualsiasi cosa, commentando sui blog, condividendo contenuti sulle diverse piattaforme di social networking e facendosi portavoce di determinati prodotti, servizi o progetti. Per questo, le PR intese nel senso tradizionale non possono più funzionare, mentre diventa sempre più importante stabilire relazioni dirette e fondate sulla reciprocità con i nostri potenziali clienti: da qui, la modifica dell’acronimo stesso di PR da “Public Relations” a “People Relations”. 


Le digital PR possono essere identificate come quella serie di attività on line volte a promuovere prodotti, servizi, progetti o eventi di un'azienda o di un'organizzazione attraverso relazioni digitali


Ciò che vediamo del lavoro di digital PR è soltanto una minima parte di quello che serve per arrivare ad ottenere risultati da questa complessa, ma indispensabile attività.
Riprendo a tal proposito un interessante post di Sally Falkow, che suddivide l’attività di digital PR in sei punti cruciali, che partono necessariamente dalla ricerca, passando attraverso la collaborazione e il contributo dato gli influencer, per arrivare allo sviluppo e alla distribuzione dei contenuti per finire con la misurazione dei risultati.


digital PR

Come fare digital PR


Ricerca

Nell’era del web, abbiamo accesso a una marea di informazioni e dati, prima nemmeno immaginabile, ma occorre imparare come sfruttarli al meglio per pavimentare la nostra attività di digital PR grazie a questi passi:

  • identificazione dell’audience

  • mappatura del diagramma di reti sociali – social graph –, che descrive le relazioni personali tra utenti del web

  • monitoraggio delle conversazioni online

  • estrazione dei dati da grandi banche di dati già esistenti (data mining)

  • ricerca per parole chiave

  • analisi dei dati

  • controllo di quale contenuto ottiene maggior riscontro

  • ricerca dei sentimenti, delle intenzioni e di altri indizi utilizzabili (traduzione libera di actionable insights)


Collaborazione

Chi si occupa di digital PR ha il dovere di condividere i dati raccolti e il lavoro condotto all’interno dell’azienda per offrire utili risorse a chi gestisce SEO, SEM, social media e marketing, in una relazione di reciprocità che fa bene al lavoro di tutto il team.

Per un gestione ottimale del flusso lavorativo e perché la strategia di marketing funzioni, occorre coordinarsi su dati e obiettivi per condurre campagne di digital PR davvero efficaci.


Influencer

Nella digital PR abbiamo a disposizione influencer per ogni canale social e per ogni nicchia. Occorre cercare, individuare e costruire relazioni con gli influencer che fanno al caso nostro. 

Non sono più personaggi famosi che diventano testimonial, sono persone normali che diventano influencer. Personaggi in grado di influenzare una cerchia più o meno ampia di persone e condizionarne scelte, gusti e impressioni


Sviluppo dei contenuti

Una volta raccolti e controllati tutti i dati che ci servono, potremo finalmente pensare allo sviluppo di una strategia dei contenuti. Dovremo, prima di tutto, cercare tra i nostri contenuti quelli adatti ad essere riproposti per la campagna PR che abbiamo organizzato. In seguito, controlleremo quali siano i contenuti che interessano maggiormente alla nostra audience, quali quelli più letti e condivisi e quali quelli più cercati. Per fare una digital PR che funzioni davvero, dovremo creare contenuti targettizzati, rilevanti e coinvolgenti per il nostro pubblico. 

Per aiutarci in questo, potremo considerare i dati forniti dalle statistiche e tenere d’occhio gli argomenti caldi del momento.


Distribuzione

Una volta creato il giusto contenuto, dovremo premurarci di diffonderlo attraverso i giusti canali e utilizzando il corretto tono di voce per ogni differente canale scelto. Potremo sfruttare il nostro blog per sfornare contenuti sempre freschi, usare i canali social e i feed RSS per diffonderli, la SEO per scalare la classifica di Google, scrivere guest post e fare remarketing.


Misurazione

Uno dei vantaggi della digital PR rispetto alla PR tradizionale consiste nella possibilità di misurare ogni azione intrapresa, cosa di grande rilevanza per capire se i nostri sforzi stanno andando nella giusta direzione o se è necessario aggiustare il tiro. Dovremo sapere come:

  • stabilire un obiettivo misurabile

  • creare link di monitoraggio

  • usare Google Analytics, o qualsiasi programma di analisi dati sia utilizzato all’interno della nostra azienda

  • utilizzare gli strumenti di analisi e insights delle piattaforme social

Riprendendo una frase di Stuart Ewen, possiamo concludere che 

La storia della PR è... la storia di una battaglia per che cosa sia la realtà e come la gente vedrà e comprenderà la realtà